Cherubino da Santa Lucia, beato francescano

Al secolo Matteo Mostaccio nacque a Santa Lucia del Mela nel 1545 da Lorenzo e Angela Malfa, genitori benestanti che morirono quando Matteo aveva appena quattro anni.
A 18 anni intraprese la vita religiosa in casa, e due anni dopo entrò fra i frati Minori Osservanti e ricevette l’abito a Santa Maria di Gesù in Messina, assumendo il nome di Cherubino.
Austero e penitente, pacifico ed umile, caritatevole e obbediente, fu da tutti ammirato per le sue virtù. Fu inviato nel convento di San Piero Patti e successivamente a Piazza Armerina, dove iniziò la sua intensa attività di studi, sempre fra la penitenza e l’austerità. 
Nel 1583 fu mandato ad Agrigento e poco dopo ne divenne guardiano e maestro dei novizi. Fu anche guardiano nel convento di Sant’Anna a Giuliana.
Tornato ad Agrigento a causa di una infermità, morì il 30 Agosto 1587.
Dopo la sua morte numerosi furono i miracoli, e gli stessi confratelli portavano in casa dei malati le reliquie del santo, ed essi guarivano.

.

Fonte: www.cattoliciromani.com

Annunci

Blog su WordPress.com.