Agatone, santo vescovo

Sant’Agatuni_LipariAgatone (… – SiciliaIV secolo ?) è stato un santo romano, vittima delle persecuzioni in Sicilia nel IV secolo, venerato dalla Chiesa cattolica come martire, e festeggiato il 5 luglio.

Le fonti su di lui sono decisamente lacunose e non si conosce alcunché di certo. Viene nominato nel Martirologio geronimiano, che però non riferisce ulteriori notizie biografiche, venendo in seguito riportato in alcuni manoscritti di area siciliana, in vari martirologi e infine nel Martirologio romano.

Secondo alcuni studiosi pare essere Agatone I, vescovo di Lipari nel III secolo, quando, intorno al 264, il corpo di san Bartolomeo Apostolo vi giunse. Fu lui che nominò san Bartolomeo patrono delle Eolie. Di questo avvenimento resta traccia nella chiesa intitolata a sant’Agatone extra moenia, sulla cui facciata è riportata la data per l’arrivo delle spoglie di San Bartolomeo sull’isola (13 febbraio 264, data che però non ha un riscontro certo).
Successivamente Agatone fu perseguitato, durante l’impero di Decio e poi di Valeriano, e fuggì da Lipari, rifugiandosi in Sicilia, forse a Lentini, dove visse nascosto in una grotta presso la città, o forse a Brucoli, dove sarebbe rimasto nascosto presso le grotte vicine al Santuario della Madonna dell’Adonai.

Secondo altre ipotesi invece potrebbe trattarsi di sant’Agata (Agathenis), il cui nome fu storpiato per errore da un copista in Agathonis.

Fonte: Wikipedia

Annunci

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.